Paprika dolce bio in polvere

POWDER Nothing But Plants®

Odore penetrante

9,00 €

Rif. JP06 In Stock

Designazione

POWDER - NOTHING BUT PLANTS

Scopri le eccezionali proprietà delle SPEZIE grazie alla nostra innovativa linea POWDER Nothing But Plants®!

Questa linea di prodotti è un concetto innovativo, un modo alternativo di assumere gli integratori alimentari e le sostanze nutritive più salutari: in frullati, insalate o con i propri piatti preferiti.

PAPRIKA DOLCE

Perché scegliere le spezie POWDER®?

I nostri requisiti di qualità:

Spezie provenienti da agricoltura biologica

Zona geografica controllata

Analisi organolettiche

Analisi fisico-chimiche

Analisi microbiologiche

Contenitore ermetico

Controllo del processo di produzione

Scopri di più

DESCRIZIONE

La paprika dolce, ottenuta mediante macinazione dei peperoni rossi (Capsicum annuum L.) essiccati, è una spezia molto utilizzata in cucina in virtù del suo gusto inconfondibile.

Oltre ad apportare alle pietanze un sapore inconfondibile, contiene composti dalle proprietà antiossidanti come il licopene, i carotenoidi provitamina A, la capsantina e la capsorubina.

Prova la nostra paprika dolce biologica in polvere e beneficia dei vantaggi del suo gusto genuino!

ORIGINE

La pianta del peperone (Capsicum annuum L., appartenente alla famiglia delle Solanaceae), arbusto di origine americana che può raggiungere un metro di altezza, produce piccoli fiori bianchi e bacche allungate di colore rosso, arancione o giallo (1). Il genere Capsicum è estremamente diffuso a livello mondiale e presenta una grande varietà di forme, dimensioni, colori e gradi di piccantezza (la scala Scoville determina il grado piccantezza dei peperoni) (2).

A seconda della sua origine la paprika, polvere ottenuta per macinazione dei peperoni rossi essiccati, può essere di tre diverse tipologie: dolce, agrodolce e piccante (2).

PAPRIKA DOLCE

STORIA

Le piante di peperoni si svilupparono originariamente come specie selvatiche in Bolivia e nel Brasile meridionale, e si ipotizza che l'inizio della sua coltivazione risalga a 6.100 anni fa. Gli Aztechi conoscevano numerose varietà di peperoni già prima dell'arrivo degli spagnoli in America, e fu Cristoforo Colombo a importare questa pianta in Europa (1).

In seguito all'introduzione nel continente, i peperoni iniziarono a essere coltivati nelle colonie portoghesi in India, Asia e Africa (1), mentre oggi la loro coltivazione è diffusa in molte aree del mondo.

COMPOSIZIONE

Il colore della paprika si deve principalmente ai carotenoidi sintetizzati durante il processo di maturazione del frutto. Tra questi, la paprika dolce contiene principalmente capsantina, capsorubina e carotenoidi provitamina A, mentre è povera di capsaicinoidi, i composti che apportano al peperone il suo gusto piccante (3). È ricca, inoltre, di licopene, carotenoide dalle proprietà antiossidanti (2).

RICETTE

La paprika dolce è la varietà di peperone maggiormente utilizzata in ambito culinario (2) per apportare alle pietanze un aroma penetrante. In Galizia (Spagna) la paprika dolce è tradizionalmente utilizzata per insaporire il polpo in una specialità nota come “polpo a feira” o “polpo a la gallega” (polpo alla galiziana), la cui ricetta è riportata qui seguito (4):

Ingredienti (per 4 persone):

  • 1 polpo surgelato da 1 ½ kg
  • 4 patate di media grandezza
  • 1 cipolla
  • Alcune foglie di alloro
  • Sale e sale a scaglie
  • Paprika dolce
  • Olio extra vergine di oliva

Preparazione

  • Scongelare il polpo 24 h prima di cucinarlo.
  • Cuocere il polpo in una pentola con acqua bollente, una cipolla e alcune foglie di alloro.
  • Al momento di cuocere il polpo nell'acqua, immergerlo e toglierlo velocemente per 3 volte consecutive, operazione che gli spagnoli definiscono come “asustar al pulpo” (spaventare il polpo), affinché i tentacoli si arriccino.
  • Lasciar cuocere per un tempo variabile a seconda delle dimensioni (30 minuti per un polpo di media grandezza).
  • Togliere dalla pentola, lasciar raffreddare e tagliare le patate a fette. Tagliare a pezzi anche la testa del polpo, pulendola bene (è possibile pulirla prima di cuocerla, rovesciandola).
  • Mettere le patate a fette, dallo spessore di circa 1 cm, a cuocere in un'altra pentola con un pizzico di sale.

Presentazione:

  • Servire su un tagliere di legno, adagiando il polpo sulle patate. Condire con olio extra vergine d'oliva, paprika dolce e sale a scaglie o sale grosso.

Se si preferisce usare la paprika dolce in pietanze a base di pollo, consigliamo ad esempio questa semplice ricetta:

Pollo con paprika dolce (5):

Ingredienti (per 4 persone):

  • 4 petti di pollo
  • 2 cucchiaini di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di paprika dolce
  • 1 ½ cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di aglio in polvere
  • A piacere: fette di mango fresco, riso, coriandolo fresco e spicchi di lime

Preparazione:

  • Mescolare in un piccolo recipiente lo zucchero di canna, la paprika dolce, il sale e l'aglio in polvere.
  • Massaggiare entrambi i lati dei petti di pollo con il mix di spezie.
  • Preriscaldare a fuoco medio una padella antiaderente, quindi versarvi una piccola quantità di olio d'oliva e i petti di pollo.
  • Cuocere per 4-5 minuti entrambi i lati o fino a cottura.
  • Servire con riso al vapore, coriandolo fresco, alcune fette di mango e spicchi di lime a piacere.

BIBLIOGRAFIA

  1. http://www.kew.org/science-conservation/plants-fungi/Capsicum-annuum-chilli-pepper
  2. http://www.mapama.gob.es/ministerio/pags/plataforma_conocimiento/alimentos/fichas%20de%20alimentos/condimentos/PIMENTON.pdf
  3. Zaki et al. (2013) Quality characteristics of Moroccan sweet paprika (Capsicum annuum L.) at different sampling times. Food Sci. Technol 33(3): 577-585.
  4. https://www.directoalpaladar.com/recetas-de-pescados-y-mariscos/receta-de-pulpo-a-la-gallega-o-pulpo-a-feira
  5. http://www.lecremedelacrumb.com/sweet-paprika-chicken-5-ingredients/

Composizione

COMPOSIZIONE:

Polvere di paprika dolce (proveniente dall'agricoltura biologica) (Capsicum annuum L.).

ALLERGENI:

Questo prodotto non contiene allergeni (secondo il Regolamento (UE) N. 1169/2011) né organismo geneticamente modificati.

PRODUZIONE E GARANZIA DI QUALITÀ:

Questo alimento è prodotto conformemente alle norme BPF (le BPF sono le Buone Pratiche di fabbricazione in vigore nell'Industria Alimentare Europea, in inglese GMP: Good Manufacturing Practice).

Utilizzo

CONSIGLI PER L'USO:

Spezia ideale per apportare alle pietanze un aroma penetrante.

ISTRUZIONI DI CONSERVAZIONE:

Da conservare in un luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce.

Le sue domande

e