Cannella di Ceylon

Estratto concentrato 4:1

Proprietà antidiabetiche, antiossidanti, antinfiammatorie e antibatteriche

Cannella di Ceylon

INDICAZIONI PRINCIPALI:

Cardiovascolare (glucosa), Digestione (disturbi gastrointestinali).

19,00 €

Rif. JD95 In Stock

Indicazioni sulla salute ammesse dalle seguenti organizzazioni:

La Commissione E approva l'uso della cannella per la perdita di appetito, la dispepsia, gli spasmi gastrointestinali e il meteorismo.

Designazione

Spezia utilizzata da millenni, la cannella di Ceylon (Cinnamomum verum J. Presl) è dotata di valide proprietà medicinali e si usa nella medicina Ayurveda così come nella medicina tradizionale cinese in qualità di neuroprotettore e per trattare problemi digestivi, ginecologici e respiratori.

Attualmente, la cannella di Ceylon è indicata principalmente per ridurre i livelli di glucosio nel sangue e alleviare problemi digestivi come la dispepsia. Vanta inoltre proprietà antiossidanti, antibatteriche e antinfiammatorie.

Il nostro estratto di cannella concentrato 4:1 garantisce la massima qualità ed efficacia. A differenza della cannella cinese che contiene una concentrazione elevata di cumarina, un composto che può risultare dannoso se consumato in gran quantità, la cannella di Ceylon contiene soltanto tracce di cumarina.


Informazioni dettagliate

Cannella: Descrizione e origine

La cannella di Ceylon o cannella vera si ottiene dalla pianta omonima (Cinnamomum verum J. Presl, famiglia delle Lauraceae), che raggiunge i 10 m di altezza e cresce spontaneamente nei boschi dello Sri Lanka e dell'India meridionale. Le foglie sono allungate, brillanti e di color verde tendente al giallo; i fiori sono piccoli, di colore bianco, verde o porpora (1).

La cannella è una spezia che si ottiene dalla corteccia dei rami degli alberi del genere Cinnamomum (2): scartando la corteccia esterna, si arrotola e si lascia seccare la corteccia interna per ottenere la cannella in ramo. Corteccia a parte, della cannella si usano le foglie, i fiori e i frutti per preparare oli essenziali destinati a prodotti cosmetici e all'alimentazione (3).

Cannella: Storia

La corteccia di cannella si usa come spezia da millenni. Esistono documenti sull’importazione di cannella dalla Cina all'Egitto, è menzionata nella Bibbia (Esodo e Proverbi) e appare in testi cinesi di 4000 anni fa (4). Nel secolo XVI i conquistatori portoghesi scoprirono in Sri Lanka la cannella di Ceylon e introdussero la spezia nei paesi europei nel corso dei secoli XVI e XVII (3).

Prima dell'uso alimentare, la cannella era adoperata per l'imbalsamazione nell'antico Egitto (3) ed è un rimedio per i problemi digestivi, ginecologici e respiratori nella medicina Ayurveda (2,5). Anche nella medicina tradizionale cinese, dove è usata come neuroprotettore e per il trattamento del diabete, è una pianta assai apprezzata (3).

Cannella: Composizione

La cortezza della cannella di Ceylon contiene principalmente due categorie di composti: polifenoli e fenoli volatili. Tra i polifenoli della cannella di Ceylon si trovano l'acido vanillico, caffeico, gallico e p-cumarico. Riguardo i composti volatili, la composizione varia a seconda della parte della pianta; l’olio essenziale della corteccia è ricco di aldeide cinnamica (3).

Una differenza importante tra la cannella di Ceylon e la cannella cinese (Cinnamomum aromaticum) è il contenuto in cumarina, una molecola potenzialmente nociva: mentre la cannella di Ceylon ne contiene soltanto tracce, la cannella cinese presenta una concentrazione più elevata che porta a sconsigliarne il consumo regolare e smodato (2).

Cannella: Il nostro estratto

Nome dell'estratto: Estratto secco concentrato 4.1 di cannella di Ceylon

Nome scientifico: Cinnamomum verum J. Presl

Parte utilizzata: corteccia

Cannella: Benefici

La Commissione E approva l'uso della cannella per la perdita di appetito, la dispepsia, gli spasmi gastrointestinali e il meteorismo* (6). Inoltre la cannella ha proprietà antidiabetiche, antiossidanti, antinfiammatorie e antibatteriche (5).

*Meteorismo: ingrossamento del ventre per via di gas accumulati nel tubo digerente.

Cannella: Uso, dose

Si raccomanda una dose giornaliera equivalente a 3 g di cannella, suddivisa in tre momenti e durante i pasti.

Cannella: Studi

L'Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) approva l'uso tradizionale della corteccia di cannella di Ceylon per il trattamento sintomatico di disturbi gastrointestinali lievi come la distensione addominale, gli spasmi e la flatulenza (7).

Vari studi in vivo e in vitro hanno dimostrato i molteplici effetti benefici della cannella di Ceylon, tra cui proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e antibatteriche, ma anche riduzione dei disturbi cardiovascolari e stimolo delle funzioni cognitive (2).

Inoltre la cannella esercita un'attività ipoglicemizzante (riduce i livelli di glucosio nel sangue) e la sua applicazione nel trattamento del diabete tipo 2 è stata studiata in varie prove cliniche (8-9). I test in vivo e in vitro hanno dimostrato effetti benefici dell'estratto di cannella nel diabete, come la riduzione dei livelli di glicemia a digiuno, un aumento del colesterolo HDL e una riduzione della HBA1c (emoglobina glicosilata) (2,5).

Cannella: Bibliografia

1. Berdonces JL. Gran diccionario ilustrado de las plantas medicinales descripción y aplicaciones: el libro más completo sobre fitoterapia. Barcelona: Ed. Océano, 2009.

2. Ranasinghe et al. (2013) Medicinal properties of ‘true’ cinnamon (Cinnamomum zeylanicum): a systematic review. BMC Complement Altern Med 13: 275.

3. Nabavi et al. (2015) Antibacterial effects of cinnamon: from farm to food, cosmetic and pharmaceutical industries. Nutrients 4: 7729-7748.

4. Dugoua et al. (2007) From type 2 diabetes to antioxidant activity: a systematic review of the safety and efficacy of common and cassia cinnamon bark. Can. J. Physiol. Pharmacol 85: 837–847.

5. Medagama (2015) The glycaemic outcomes of Cinnamon, a review of the experimental evidence and clinical trials. Nutrition J 14: 108.

6. Vanaclocha B, Cañigueral S (Eds). Fitoterapia. Vademécum de prescripción. 4ª Edición. Barcelona: Elsevier Masson, 2003.

7. EMA-HMPC. Community herbal monograph on Cinnamomum verum J.S. Presl, cortex. London: EMA. Doc. Ref.: EMA/HMPC/246774/2009. Adopted: 10 May 2011.

8. Beejmohun et al. (2014) Acute effect of Ceylon cinnamon extract on postprandial glycemia: alpha-amylase inhibition, starch tolerance test in rats, and randomized crossover clinical trial in healthy volunteers. BMC Complement Altern Med 14:351.

9. Sartorius et al. (2014) Cinnamon extract improves insulin sensitivity in the brain and lowers liver fat in mouse models of obesity. PLoS One 9(3): e92358.

 

Composizione

COMPOSIZIONE:

Per 3 capsule: 750 mg di estratto concentrato 4:1 di cannella di Ceylon (Cinnamomum verum J. Presl).

ALTRI INGREDIENTI:

Maltodestrina, capsula vegetale: idrossipropilmetilcellulosa.

ALLERGENI:

Questo prodotto non contiene allergeni (secondo il Regolamento (UE) N. 1169/2011) né organismo geneticamente modificati.

PRODUZIONE E GARANZIA DI QUALITÀ:

Questo integratore alimentare è prodotto in laboratorio conformemente alle norme BPF. Le BPF sono le Buone Pratiche di fabbricazione in vigore nell'Industria Farmaceutica Europea (in inglese GMP: Good Manufacturing Practice).
La concentrazione di principio attivo è garantita da costanti analisi, consultabili on-line.

Utilizzo

CONSIGLI PER L'USO:

3 capsule al giorno con mezzo bicchiere d'acqua, per distribuire tre volte durante il pasto.

PRECAUZIONI DI IMPIEGO:

Sconsigliato alle donne in gravidanza e durante l'allattamento. Non superare la dose giornaliera raccomandata.

AVVERTENZA:

Non sostituisce una dieta variata ed equilibrata ed uno stile di vita sano. Se si sta seguendo una terapia farmacologica, consultare il proprio terapeuta. Riservato agli adulti. Tenere fuori dalla portata dei bambini.

ISTRUZIONI DI CONSERVAZIONE:

Conservare in luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce.

Le sue domande

e