Detox-Fort

Piante depurative
Estratti titolati

Supporta la funzione di disintossicazione dalle omotossine prodotte dall’organismo.

Detox-Fort

INDICAZIONI PRINCIPALI:

Digestione (disturbi gastrointestinali, fegato), Peso (diuretico), Rene.

24,00 €

Rif. SC40 In Stock

Indicazioni sulla salute ammesse dalle seguenti organizzazioni:

La Commissione E, l'ESCOP e l'Organizzazione mondiale della Sanità riconoscono l’efficacia del lattice di Aloe per trattare la costipazione occasionale. Gli antranoidi, o antrachinoni (principalmente l'aloina o barbaloina), contenuti nel lattice della pianta sono dei potenti lassativi stimolanti, il cui effetto è stato documentato negli animali.

 La Commissione E riconosce l’efficacia della foglia di tarassaco per trattare la perdita di appetito e alcuni lievi disturbi digestivi. L'ESCOP riconosce l’efficacia della foglia come coadiuvante nelle cure di malattie per le quali è consigliabile favorire l’eliminazione di urina (reumatismi e prevenzione dei calcoli renali, ad esempio). La Commissione E riconosce l’efficacia della foglia e della radice nel migliorare le funzioni biliari e urinarie, trattare la perdita di appetito e i lievi disturbi digestivi. L’ESCOP sostiene che la radice possa stimolare le funzioni biliari ed epatiche, trattare i lievi disturbi digestivi e la perdita di appetito.

La Commissione E riconosce l’efficacia delle foglie di carciofo per trattare la dispepsia, un insieme complesso di sintomi digestivi più o meno direttamente correlati a disturbi non funzionali (ovvero senza lesione organica) del sistema epatico-biliare. Fino a non molto tempo fa, sull’esempio delle erboristerie, i medici di formazione classica curavano generalmente queste patologie ricorrendo a sostanze amare, come quelle presenti nel carciofo e nel cardo mariano. In Europa, queste piante sono utilizzate in molti preparati farmaceutici destinati al trattamento di diversi disturbi di origine epatica e biliare. Questo effetto è attribuito generalmente ai flavonoidi contenuti nella pianta e ai loro metaboliti.

Designazione

La nostra formula Detox-Fort è una sinergia di estratti altamente titolati di piante depurative dei principali organi emuntori.

L’estratto titolato in Ciranina della foglia di carciofo stimola l’azione detossificante ed epatoprotettiva del fegato, riducendo la perossidazione lipidica. La Ciranina agisce anche diminuendo l’assorbimento dei grassi da parte dell’organismo e riduce il livello di colesterolo grazie alla sua azione lipolitica.

Il tarassaco (dente di leone) migliora le funzioni epatiche, biliari e urinarie. Contribuisce anche a prevenire i calcoli renali e permette di ridurre la ritenzione idrica.

L’estratto di succo di Aloe Vera agisce sullo stomaco come un tonico generale e uno stimolatore della secrezione biliare. Le proprietà lassative del succo della foglia di Aloe permettono di accelerare il transito intestinale, depurando l’organismo.

L’estratto di foglie di Damiana favorisce l’espulsione del muco dalla trachea e dai bronchi, purificando le vie respiratorie.

Stimolando l’organismo, la nostra formula Detox-Fort  vi aiuterà a eliminare le tossine dal corpo e a ritrovare l’energia e l’equilibrio interno.

Composizione

COMPOSIZIONE:

Per 4 capsule: 800 mg d'estratto secco di foglie di carciofo (Cynara scolymus L.), titolato al 5% in cinarina (40 mg), 400 mg d'estratto secco di foglie di damiana (Turnera diffusa Willd. ex Schult.), 200 mg d'estratto secco di succo di foglia di aloe (Aloe vera (L.) Burm. f.), 200 mg d'estratto secco di radice di dente di leone (Taraxacum officinale Web.).

ALTRI INGREDIENTI:

Maltodestrina, antiagglomerante (E470b): sali di magnesio degli acidi grassi, capsula vegetale: idrossipropilmetilcellulosa.

ALLERGENI:

Questo prodotto non contiene allergeni (secondo il Regolamento (UE) N. 1169/2011) né organismo geneticamente modificati.

PRODUZIONE E GARANZIA DI QUALITÀ:

Questo integratore alimentare è prodotto in laboratorio conformemente alle norme BPF. Le BPF sono le Buone Pratiche di fabbricazione in vigore nell'Industria Farmaceutica Europea (in inglese GMP: Good Manufacturing Practice).
La concentrazione di principio attivo è garantita da costanti analisi, consultabili on-line.

Utilizzo

CONSIGLI PER L'USO:

4 capsule al giorno, suddivise in due assunzioni, 2 capsule al mattino e 2 capsule a mezzogiorno da prendere con mezzo bichiere d'acqua.

PRECAUZIONI DI IMPIEGO:

Non utilizzare in caso di precedenti personali o familiarità con il cancro al seno. Si sconsiglia l'uso ai soggetti in trattamento contro il diabete. Consultare il proprio medico o farmacista in caso di uso simultaneo di trattamento contro il diabete. Non amministrare ai bambini sotto i 12 anni. Consultare il proprio medico in caso di donne in cinte o in allattamento. Non utilizzare per periodi prolungati senza il preavviso di un spezialista. Non superare la dose giornaliera raccomandata.

AVVERTENZA:

Non sostituisce una dieta variata ed equilibrata ed uno stile di vita sano. Se si sta seguendo una terapia farmacologica, consultare il proprio terapeuta. Riservato agli adulti. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età.

ISTRUZIONI DI CONSERVAZIONE:

Da conservare in un luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce.

Le sue domande

e

informazioni Detox


Concetto di disintossicazione

La disintossicazione consiste nella rimozione delle sostanze tossiche dal nostro organismo. I principali organi che dobbiamo disintossicare sono: fegato, reni, pelle, polmoni e mucose. Questi organi hanno capacità disintossicanti che ci aiutano a tenere l'organismo libero dalle impurità.

Il fegato è l'organo di disintossicazione principale del corpo umano; lavora insieme ai reni. Trasforma innanzitutto le tossine liposolubili in tossine idrosolubili, che raggiungono i reni per essere poi espulse attraverso le urine. I reni regolano anche l'acidità e influenzano l'equilibrio elettrolitico dell'organismo, contribuendo così alla disintossicazione; insieme al fegato sono tra gli organi più importanti per la disintossicazione.

La pelle costituisce la più grande superficie di contatto con l'ambiente che ci circonda, quindi rappresenta la principale via di accesso per le tossine che avvelenano l'organismo. Ha una funzione difensiva analoga a quella svolta internamente dalle diverse mucose. Le mucose principali sono quella respiratoria e quelle gastrointestinali; hanno la funzione di controllare le sostanze che entrano nell'organismo.

Disintossicazione attraverso il fegato

Il fegato è l'organo di disintossicazione principale del corpo umano; lavora insieme ai reni. Trasforma innanzitutto le tossine liposolubili in tossine idrosolubili, che raggiungono i reni per essere poi espulse attraverso le urine. Alcune omotossine vengono metabolizzate direttamente attraverso sostanze contenenti gruppi sulfidrilici; si trasformano in prodotti di scarto non tossici chiamati omotossoni. Naturalmente nel processo di disintossicazione del fegato può verificarsi una combinazione di entrambi i processi metabolici.

La disintossicazione attraverso il fegato avviene quindi attraverso tre processi diversi:

  • Trasformazione, da parte del fegato, delle omotossine liposolubili in tossine idrosolubili che vengono poi espulse attraverso i reni e la bile.
  • Metabolizzazione delle omotossine per effetto di sostanze contenenti gruppi sulfidrilici e trasformazione in prodotti di scarto non tossici.
  • Combinazione di entrambi i processi.

Per proteggere il fegato è essenziale diminuire il consumo di grassi, ridurre l'assunzione di proteine, moderare il consumo di sale e di condimenti piccanti e limitare il cioccolato e le bevande contenenti caffeina. È di grande aiuto assumere succhi freschi e naturali di frutta e verdura.

Il carciofo stimola l'azione disintossicante del fegato. Pare che la cinarina agisca limitando la lipolisi negli adipociti e abbassando quindi i livelli di colesterolo nel plasma.

La Commissione E riconosce l'uso delle foglie di carciofo nella cura della dispepsia, un insieme complesso di sintomi gastrointestinali correlati a disturbi non funzionali (ovvero senza lesioni organiche) del sistema epatobiliare.

Disintossicazione attraverso i reni

I reni controllano la concentrazione di sali minerali nei fluidi corporei, regolano anche l'acidità e influenzano l'equilibrio elettrolitico dell'organismo; inoltre attraverso la maggiore o minore secrezione dei liquidi regolano il volume dei fluidi corporei.
Contribuiscono così alla disintossicazione: sono infatti, insieme al fegato, tra i principali organi disintossicanti.

Nella produzione giornaliera di urina, i reni espellono direttamente le omotossine idrosolubili, che sono per lo più prodotti di scarto dell'organismo: alcune sostanze chimiche e metalli pesanti.

I reni filtrano in media 150 litri di sangue al giorno; a seguito di questo filtraggio, il sangue pulito ritorna al cuore e circola nuovamente in tutto l'organismo, mentre gli scarti e i liquidi in eccesso vengono espulsi dai reni sotto forma di urina. I prodotti di scarto espulsi come urine secondarie sono composti da sostanze indesiderate, per lo più omotossine, che rappresentano l'1% del volume totale di sangue filtrato. La parte rimanente di urina primaria prodotta viene riassorbita e riciclata per conservare l'equilibrio minerale ed elettrolitico.

Possiamo riassumere il processo metabolico in tre fasi:

  • Regolazione del volume dei liquidi corporei, della composizione minerale e dell'acidità.
  • Regolazione dell'espulsione e del riassorbimento di acqua ed elettroliti.
  • Espulsione delle omotossine idrosolubili (prodotti di scarto dell'organismo) e di alcune sostanze chimiche e metalli pesanti attraverso la produzione di urina (soprattutto composti polari che sono diventati idrosolubili nel fegato).

Per depurare i reni è consigliabile bere 2-3 litri di acqua al giorno e assumere alimenti diuretici naturali, come l'ananas. È opportuno evitare l'eccesso di sale, ridurre il consumo di alimenti con alto contenuto di proteine o con residui acidi.

Il tarassaco stimola la secrezione degli organi gastrointestinali (anche nel tratto urinario). Agisce sul fegato e sulla cistifellea, raddoppiando la secrezione di bile ed esercita un'azione preventiva sulla formazione dei calcoli biliari. Riduce la ritenzione idrica.

La Commissione E riconosce l'uso della foglia di tarassaco per trattare l'inappetenza e alcuni disturbi gastrointestinali minori. Riconosce inoltre l'uso della foglia e della radice per migliorare la funzionalità biliare e quella urinaria, per il trattamento dell'inappetenza e per i disturbi gastrointestinali minori.

Disintossicazione attraverso la pelle

La pelle costituisce la più grande superficie di contatto con l'ambiente che ci circonda ed è la prima barriera che protegge l'organismo dalle aggressioni esterne, come quelle dei raggi UV. La regolazione della temperatura corporea avviene anche per evaporazione.

Attraverso l'evaporazione, la pelle è in grado di drenare l'organismo attraverso l'escrezione e di eliminare le tossine attraverso la sudorazione. Spesso quando una persona fortemente intossicata intraprende una terapia di disintossicazione reagisce attraverso la pelle, con esantemi o eruzioni cutanee, sudorazione notturna, odori o altre manifestazioni cutanee che si manifestano quando l'organismo inizia a disintossicarsi.

Per mantenere la pelle sana è fondamentale bere molta acqua, assumere alimenti ricchi di vitamina A, come le carote o i broccoli, e seguire una dieta ricca e frutta e verdura.

Disintossicazione attraverso le mucose: il tessuto linfoide associato alle mucose (MALT), alla mucosa bronchiale (BALT) e alla mucosa gastrointestinale (GALT)

La funzione di barriera che la pelle svolge all'esterno dell'organismo, viene eseguita internamente dalle diverse mucose. Quelle principali sono la mucosa respiratoria e le mucose gastrointestinali; hanno la funzione di controllare le sostanze che entrano nell'organismo.

Il tessuto linfoide associato alla mucosa, le cellule linfatiche competenti non incapsulate, sono molto presenti a livello della mucosa. Quelle principali sono la mucosa respiratoria (con il BALT) e quella intestinale (con il GALT). Il MALT agisce come barriera, controllando gli organi diffusi per esaminare le sostanze che entrano nell'organismo. Attraverso l'attivazione delle cellule difensive, le mucose, con il MALT, rivestono un ruolo fondamentale nella disintossicazione dell'organismo. Per contribuire a disintossicare il sistema linfatico è importante svolgere attività fisica (camminare all'aperto, nuotare o correre). Può essere utile anche il drenaggio linfatico svolto da un professionista qualificato.

Per favorire una buona funzionalità intestinale è fondamentale mangiare lentamente, limitare l'assunzione di bevande zuccherate, evitare di fumare e assumere alimenti ricchi di fibre come i cereali o legumi.

In questo ambito, l'Aloe ha un effetto tonico generale sullo stomaco, stimolando la formazione e la secrezione della bile. È utile nei casi di stipsi, poiché agisce regolando il transito intestinale, riduce i gas e le coliche dolorose, migliora notevolmente la digestione e attiva la funzionalità epatica. L'Aloe Vera ha anche effetto tonico, lassativo, stimolante della formazione e della secrezione della bile e contribuisce a eliminare i parassiti intestinali. È quindi un grande alleato del nostro apparato digerente nei giorni in cui abbiamo esagerato a tavola. Stimola l'appetito, favorisce la digestione e riduce i gas fastidiosi. Ad alte dosi ha effetto lassativo.

La Commissione E riconosce l'efficacia del lattice di aloe nel trattamento della stipsi occasionale. Gli antranoidi o l'antrachinone (principalmente aloina o barbaloina) contenuti nel lattice della pianta sono dei potenti lassativi stimolanti, la cui efficacia è documentata negli studi su animali.

Infine, per il benessere dei polmoni è necessario innanzitutto smettere di fumare, quindi è bene praticare sport, camminare in zone verdi lontano dall'inquinamento delle città, seguire una dieta varia ed equilibrata e adottare uno stile di vita sano.

La Damiana ha proprietà diuretiche, stimolanti e afrodisiache. Si utilizza come espettorante, poiché contribuisce a rimuovere tutti i tipi di secrezioni depositate nei polmoni: è quindi un rimedio naturale per combattere la bronchite, l'influenza e la tosse.