Il ginseng rosso bio. Dalla Corea una radice millenaria per ritrovare energia e benessere

Il ginseng è una pianta erbacea di piccole dimensioni che presenta fiori bianchi e bacche di colore rosso, originaria delle aree montuose tra Nepal e Manciuria e di quelle tra Siberia orientale e Corea. Per soddisfare le richieste in costante aumento, la sua coltivazione si è spinta al di fuori dell’Asia ed è arrivata anche negli Stati Uniti.

Il nome “ginseng” indica diverse specie del genere Panax, annoverate nella famiglia delle Araliacee; tra queste il ginseng coreano (Panax ginseng C. A. Meyer) è ritenuto una pianta officinale (1).

Perché scegliere il ginseng coreano rosso? Le due varianti di Panax ginseng, bianco o rosso, sono ricavate dalla stessa radice; quello che cambia è la lavorazione. Il ginseng rosso, infatti, subisce un processo particolare che prevede l’utilizzo di radici di sei anni esatti, poiché in questa fase del ciclo di vita della pianta i principi attivi sono contenuti in misura maggiore.

Sono proprio questi ultimi a suscitare interesse, dal momento che apportano diversi benefici all’organismo. Per garantirne una concentrazione ottimale senza rischiare di danneggiarli, le radici sono sottoposte a un processo di essiccazione tradizionale (ad esempio mediante esposizione al sole, come avviene con il ginseng bianco), che produce il caratteristico colore rosso. Il nostro estratto secco è ottenuto proprio da questo tipo di ginseng rosso biologico.

Composizione chimica del Panax ginseng

Le principali sostanze chimiche contenute nella pianta sono le saponine triterpeniche, in particolare i ginsenosidi. Ne esistono di vari tipi, ma quelli ritenuti più importanti sono sicuramente i ginsenosidi Rb1, Rb2, Rc, Rd, Rf, Rg1 e Rg2; tra questi, Rb1, Rb2 e Rg1 sono quelli presenti in quantità maggiore (2).

Oltre alle saponine, il ginseng contiene molte altre sostanze preziose tra cui oli essenziali, antiossidanti, poliacetilene, peptidi, amminoacidi, polisaccaridi (panaxani) e vitamine.

Il ginseng rosso per rafforzare il sistema immunitario

Il ginseng contribuisce a migliorare il funzionamento del sistema immunitario e le difese naturali dell’organismo (18) in virtù degli effetti immunomodulanti che, come confermato da numerosi esperimenti, sono di cruciale importanza per la risposta delle cellule alle aggressioni.
L’estratto di ginseng ottimizza la capacità dei macrofagi di fagocitare i corpi estranei, soprattutto grazie alla presenza di polisaccaridi, sostanze che aumentano la secrezione di IL-1β e TNF-α nei macrofagi peritoneali in vitro, come è emerso da alcuni studi (19).

È stato inoltre dimostrato che, grazie ai ginsenosidi Rc, Rd e Rg1, il ginseng stimola la produzione di cellule T, che fanno parte degli elementi costitutivi del nostro sistema immunitario (20).

Panax ginseng, il miglior alleato per migliorare le prestazioni fisiche

Il ginseng vanta proprietà ergogeniche, grazie alle quali agisce positivamente sulle prestazioni fisiche di chi lo assume (3), con una comprovata efficacia nel facilitare il recupero dopo gli sforzi intensi. Nell’ambito di uno studio condotto, un estratto di Panax ginseng è stato somministrato a un gruppo di uomini in buona salute e dallo stile di vita sedentario per un periodo di otto settimane. I partecipanti sono stati sottoposti a una seduta di allenamento particolarmente pesante prima e dopo l’assunzione. Gli scienziati hanno osservato una diminuzione dei livelli di malondialdeide (un biomarcatore dello stress ossidativo e del danno cellulare), derivante dall’aumento dell’attività della catalasi (che protegge le cellule dalla tossicità del perossido di idrogeno) e dell’enzima superossido dismutasi (un potente antiossidante naturale). Un effetto che ha portato a un incremento della resistenza nel corso di un’attività fisica intensa (4).

Come è emerso da un altro studio, l’assunzione di un estratto di Panax ginseng è in grado di limitare il danno muscolare da sforzo, nonché la risposta infiammatoria (creatinina chinasi e interleuchina 6), migliorando di conseguenza la sensibilità all’insulina (5).

I benefici del ginseng coreano sulla salute sessuale (6)

La menopausa spesso comporta l’insorgenza di problemi inerenti alla sfera sessuale femminile. Un recente studio clinico controllato con placebo, condotto su un gruppo di donne, ha dimostrato che un trattamento a base di ginseng può migliorare notevolmente l’indice della funzione sessuale femminile (7).

Un altro studio, condotto su soggetti di sesso maschile con disfunzione erettile, ha messo in evidenza che il ginseng ha effetti simili anche sugli uomini. Da un questionario internazionale sulla funzione erettile, compilato dai partecipanti ai fini di ottenere una valutazione della loro funzione sessuale, è emerso che il gruppo che aveva assunto un estratto di ginseng aveva riscontrato notevoli benefici e un maggior livello di soddisfazione globale, a differenza del gruppo di controllo (8).

Si pensa, inoltre, che i ginsenosidi contenuti nella pianta migliorino la produzione di ossido nitrico (NO), una sostanza correlata all’attività sessuale (9).

Il ginseng come alleato della salute mentale: migliora le capacità cognitive e la memoria

Una delle proprietà più apprezzate del ginseng è quella a beneficio dell’attività mentale, cognitiva (10), e mnemonica (11) (12). Si ritiene che vi siano diversi potenziali meccanismi di interazione del ginseng e dei ginsenosidi con il sistema nervoso.

  • La sintesi di ossido nitrico, sostanza che interviene nei processi di neurogenesi e di segnalazione neuronale.
  • La regolazione degli enzimi antiossidanti, che proteggono le cellule nervose dai danni e dalle infiammazioni.
  • La neurotrasmissione, in particolare quella glutammatergica e dovuta all’acetilcolina. Il glutammato è il principale neurotrasmettitore eccitatorio del sistema nervoso centrale. Il funzionamento del recettore del glutammato ionotropico è fondamentale per la plasticità neuronale e la memoria. I recettori dell’acetilcolina (colinergici) svolgono un ruolo di modulazione nei meccanismi mnemonici e legati all’attenzione./li>
  • Canali ionici neuronali,in correlazione con l’attività neuronale (13).

Il ginseng per regolarizzare la circolazione sanguigna

Il ginseng agisce anche sulla circolazione sanguigna, normalizzandola. Di conseguenza, potenzia anche l’attività cerebrale (14). Nell’ambito di una meta-analisi sono stati raccolti e studiati i dati emersi da varie ricerche in ambito clinico, per valutare l’efficacia dell’estratto di ginseng nel miglioramento delle funzionalità cognitive, nonché dei comportamenti e della qualità di vita di soggetti sani. Nei partecipanti trattati con ginseng rispetto a quelli cui è stato somministrato un placebo, sono stati riscontrati ottimi risultati dopo 4-12 settimane di utilizzo (15).

L’efficacia del ginseng nel contrastare la fatica (16)

La medicina orientale riconosce da secoli le virtù antifatica del ginseng, e per questo negli ultimi decenni le sue proprietà energizzanti sono state oggetto di ricerche in ambito scientifico. Nel corso di uno studio, condotto su un gruppo di pazienti affetti da sindrome da fatica cronica idiopatica, è stato somministrato estratto di ginseng o placebo per quattro settimane. I soggetti che avevano assunto il ginseng hanno riscontrato miglioramenti nella percezione della fatica, in particolare quella mentale (17).

Panax ginseng di Anastore, l’estratto di radice di ginseng titolato al 15% in ginsenosidi.

Anastore ha sviluppato un prodotto al 100% naturale e rispettoso dell’ambiente, racchiuso in capsule vegetali e, per questo, completamente sano. Si tratta di un estratto secco di radice di ginseng (Panax ginseng C.A. Meyer) altamente concentrato, che vanta un contenuto totale di ginsenosidi pari al 15%, la dose ideale per garantire all’organismo tutti i benefici offerti da questa pianta millenaria.

Infine il prodotto è privo di BPA, per una sicurezza totale.

 

Bibliografia

  1. Am. Villar, MV. Naval, Mp. Gómez-Serranillos. Ginseng. Farmacia Profesional 2003 ; 17 (10) : 68-73 (Noviembre 2003).
  2. Ginseng radix. WHO Monographs on Selected Medicinal Plants, vol 1; p.168. Geneva: World Health Organization, 1999.
  3. Extracted from the European Commission compilation list, under EFSA validation (ID2808)
  4. Kim SH, Park KS, Chang MJ, Sung JH. Effects of Panax ginseng extract on exercise-induced oxidative stress. J Sports Med Phys Fitness. 2005 Jun;45(2):178-82.
  5. Jung HL, Kwak HE, Kim SS, Kim YC, Lee CD, Byurn HK, Kang HY. Effects of Panax ginseng supplementation on muscle damage and inflammation after uphill treadmill running in humans. Am J Chin Med. 2011;39(3):441-50.
  6. Extracted from the European Commission compilation list, under EFSA validation (ID3677)
  7. Ghorbani Z, Mirghafourvand M, Charandabi SM, Javadzadeh Y. The effect of ginseng on sexual dysfunction in menopausal women: A double-blind, randomized, controlled trial.  Complement Ther Med. 2019 Aug;45:57-64. doi: 10.1016/j.ctim.2019.05.015. Epub 2019 May 22.
  8. Kim TH, Jeon SH, Hahn EJ, Paek KY, Park JK, Youn NY, Lee HL. Effects of tissue-cultured mountain ginseng (Panax ginseng CA Meyer) extract on male patients with erectile dysfunction. Asian J Androl. 2009 May;11(3):356-61. doi: 10.1038/aja.2008.32. Epub 2009 Feb 23.
  9. Choi YD1, Park CW, Jang J, Kim SH, Jeon HY, Kim WG, Lee SJ, Chung WS. Effects of Korean ginseng berry extract on sexual function in men with erectile dysfunction: a multicenter, placebo-controlled, double-blind clinical study. Int J Impot Res. 2013 Mar-Apr;25(2):45-50. doi: 10.1038/ijir.2012.45. Epub 2012 Dec 20.
  10. Extracted from the European Commission compilation list, under EFSA validation (ID3870)
  11. Extracted from the European Commission compilation list, under EFSA validation (ID3668)
  12. Kennedy DO1, Scholey AB, Wesnes KA. Dose dependent changes in cognitive performance and mood following acute administration of Ginseng to healthy young volunteers. Nutr Neurosci. 2001;4(4):295-310.
  13. Smith I, Williamson EM, Putnam S, Farrimond J, Whalley BJ. Effects and mechanisms of ginseng and ginsenosides on cognition. Nutr Rev. 2014 May;72(5):319-33. doi: 10.1111/nure.12099. Epub 2014 Mar 25.
  14. Extracted from the European Commission compilation list, under EFSA validation (ID3670)
  15. Geng J, Dong J, Ni H, Lee MS, Wu T, Jiang K, Wang G, Zhou AL, Malouf R. Ginseng for cognition. Cochrane Database Syst Rev. 2010 Dec 8;(12):CD007769. doi: 10.1002/14651858.CD007769.pub2.
  16. Extracted from the European Commission compilation list, under EFSA validation (ID3675)
  17. Kim HG1, Cho JH, Yoo SR, Lee JS, Han JM, Lee NH, Ahn YC, Son CG. Antifatigue effects of Panax ginseng C.A. Meyer: a randomised, double-blind, placebo-controlled trial. PLoS One. 2013 Apr 17;8(4):e61271. doi: 10.1371/journal.pone.0061271. Print 2013.
  18. Extracted from the European Commission compilation list, under EFSA validation (ID2316)
  19. Kang S1, Min H. Ginseng, the 'Immunity Boost': The Effects of Panax ginseng on Immune System. J Ginseng Res. 2012 Oct;36(4):354-68. doi: 10.5142/jgr.2012.36.4.354.
  20. Extracted from the European Commission compilation list, under EFSA validation (ID2670)