5 piante per alleviare i sintomi del raffreddore | Blog

5 piante per alleviare i sintomi del raffreddore

Hai trascorso un intero inverno senza mai prendere un raffreddore? Niente male! Tuttavia, nell’eventualità in cui servisse, è sempre utile ricordare come alleviarne i sintomi. Il raffreddore è una patologia delle vie aeree superiori che può interessare naso, faringe e laringe. Sebbene la causa sia soprattutto il “rinovirus”, il disturbo può anche avere origine batterica o allergica. In ogni caso, non va confuso con l’influenza.

Quali sono i sintomi del raffreddore?

Se ti è capitato di soffrirne non avrai difficoltà a riconoscere la malattia, i cui sintomi principali sono:

  • Malessere fisico generale.
  • Presenza di grandi quantità di muco nel naso, che possono causare ostruzione.
  • Mal di gola.
  • Starnuti.
  • Febbre.
  • Tosse.

Questi sintomi raggiungono la massima intensità tra il primo e il terzo giorno di sviluppo della malattia e durano per sette-dieci giorni, anche se possono persistere per periodi più lunghi, addirittura fino a tre settimane.

Quali sono le piante che aiutano a contrastare il raffreddore?

Come recita il noto proverbio, “è meglio prevenire che curare”: per questo, oltre a proteggerci dal freddo e a curare l’alimentazione, possiamo aiutarci ulteriormente con rimedi naturali ottenuti da piante che, potenzialmente, possono rivelarsi utili nella stagione invernale per la nostra vita quotidiana.

L’eucalipto

Probabilmente l’eucalipto (Eucalyptus globulus Labill.) è la pianta arborea più nota per contrastare le affezioni delle vie respiratorie. Originario dell’Australia e della Nuova Guinea, si è notevolmente diffuso nel corso del tempo, approdando in Spagna nel XIX secolo. Viene utilizzato nel settore del legname, e dalle sue foglie si estrae un olio essenziale ricco di proprietà con funzione adiuvante in caso di problemi respiratori cronici di natura ostruttiva. Allevia catarro, raffreddore e irritazione della gola e della faringe1.

eucalipto piante

Un altro impiego della pianta è l’inalazione del vapore generato dalla cottura delle foglie, un rimedio molto comune che tutti abbiamo provato almeno una volta. Per confermare ulteriormente la sua efficacia, sono state prese in esame2 le informazioni biochimiche derivanti da questi benefici. Sebbene altri oli vegetali possano essere maggiormente attivi, l’efficacia del suo olio essenziale rende l’eucalipto un’interessante alternativa ai farmaci.

Il timo

Il timo (Thymus vulgaris L.) è un arbusto originario delle zone temperate dell’Europa, dell’Asia e del Nordafrica, già noto ai tempi dell’antica Grecia e del Medioevo. Viene coltivato come pianta ornamentale, come condimento in cucina e per alleviare alcuni disturbi di salute; inoltre esercita una comprovata azione calmante a livello di gola, faringe e corde vocali3: riduce infatti le irritazioni di gola e faringe, producendo un gradevole effetto calmante delle corde vocali4.

timo piante

L’efficacia deriva dal fatto che alcuni dei suoi componenti contribuiscono a eliminare gli eventuali batteri che si annidano nella gola e nella faringe, come dimostrato dagli scienziati durante uno studio sulle funzioni delle erbe tradizionalmente impiegate contro il mal di gola5. L’attività antibatterica di una ventina di piante, tra cui il timo, è stata presa in esame. È stato evidenziato un effetto positivo per molti dei suoi componenti.

Il verbasco

Il verbasco (Verbascum), sebbene non sia tra le piante più note, vanta un contenuto di sostanze attive. Nota anche come tasso barbasso o candela dei re, si trova comunemente sul ciglio delle strade e nei prati.

Viene tradizionalmente utilizzato nel caso di malattie polmonari, patologie infiammatorie, asma o tosse. Viene impiegato relativamente da poco, da quando la sua utilità è stata comprovata da studi scientifici6, e si assume in forma di foglie e fiori essiccati, capsule, estratti e olio ricavato dai fiori.

verbasco piante

I benefici associati al verbasco sono particolarmente interessanti:

  • Svolge un’azione calmante e addolcente sulla gola7.
  • Favorisce la respirazione7.
  • Agisce come calmante a livello orale8.
  • Allevia le irritazioni di gola e faringe8.
  • Esercita effetti calmanti sulle corde vocali8.

Anastore ha inserito un estratto concentrato di fiori di verbasco nell’integratore Pro Respirazione, insieme a un estratto secco di frutti di Acerola e N-acetilcisteina.

Il sambuco

Il sambuco (Sambucus nigra L.) è un arbusto originario dell’Europa, dell’Africa nordoccidentale e dell’Asia. È molto diffuso nelle isole britanniche, dove cresce nei boschi e viene anche utilizzato come siepe. Nelle zone mediterranee predilige le aree umide. Viene utilizzato come rimedio per problemi di salute e come pianta ornamentale.

Quanto agli effetti contro il raffreddore, si utilizza tradizionalmente in infusione per ridurre la tosse e dare sollievo alle tonsille. Gli estratti della sua corteccia e di foglie, fiori, frutti e radici, sono impiegati anche all’interno di preparati per alleviare diversi disturbi. Ad esempio, l’estratto delle sue bacche è contenuto nello Sciroppo di Miele e Piante di Anastore insieme ad altri ingredienti di alta qualità. Il prodotto è adatto anche i bambini, nella versione Melicinal Kids. Nell’integratore Melicinal Miele e sambuco la pianta è presente in abbinamento allo zinco, che contribuisce al regolare funzionamento del sistema immunitario9.

sambuco piante

Il sambuco migliora il senso di benessere durante la respirazione10. Inoltre, alcuni studi clinici condotti su un gruppo di circa mille adulti hanno dimostrato che i rimedi a base di sambuco possono ridurre la durata e la gravità del raffreddore comune e dell’influenza, se assunti entro le 48 ore successive all’insorgenza dell’infezione virale respiratoria10. Gli effetti della pianta sono stati esaminati nell’arco di due settimane, rivelandosi positivi nei primi giorni: una buona parte dei partecipanti, circa il 50%11, ha riscontrato una significativa riduzione dei sintomi.

L’echinacea purpurea

Concludiamo l’elenco delle piante utili contro i sintomi del raffreddore con l’echinacea purpurea (Echinacea purpurea (L.) Moench), originaria del Nordamerica.

I suoi componenti vengono utilizzati come supporto ai trattamenti contro il raffreddore e come terapia delle infezioni delle vie aeree superiori12.

Uno studio clinico di ampio respiro13 ha esaminato i suoi effetti contro il raffreddore comune, dimostrando che l’applicazione clinica dell’estratto della pianta ha efficacia per quattro mesi. È stata inoltre osservata una riduzione degli episodi legati al raffreddore, della durata del disturbo e dei casi che necessitavano di ulteriori cure mediche.

echinacea piante

Per quanto riguarda il suo effetto come coadiuvante nelle terapie delle affezioni ricorrenti alle vie aeree superiori, vari studi hanno evidenziato risultati positivi nei soggetti che avevano assunto preparati a base di echinacea, avvalorando la tesi secondo cui la pianta può alleviare i sintomi di raffreddore e influenza e, probabilmente, anche di altri problemi respiratori14.

L’integratore alimentare Echinacea Purpurea & Angustifolia di Anastore contiene un estratto secco di echinacea purpurea che, insieme all’echinacea angustifolia, è efficace durante la stagione fredda, supportando le vie aeree superiori.

Non ci resta che coprirci bene, curare l’alimentazione e assumere integratori naturali a base di piante, valido aiuto per l’inverno e per poter continuare la vita di tutti i giorni in salute.

Bibliografia

  1. Extracted from the EFSA health claims application list, under evaluation (ID 4262).
  2. Sadlon AE, Lamson DW. Immune-modifying and antimicrobial effects of Eucalyptus oil and simple inhalation devices. Altern Med Rev. 2010 Apr;15(1):33-47. PMID: 20359267.
  3. Extracted from the EFSA health claims application list, under evaluation (ID 3829)
  4. Extracted from the EFSA health claims application list, under evaluation (ID 3614)
  5. Mehreen A, Waheed M, Liaqat I, Arshad N. Phytochemical, Antimicrobial, and Toxicological Evaluation of Traditional Herbs Used to Treat Sore Throat. Biomed Res Int. 2016; 2016:8503426. doi: 10.1155/2016/8503426. Epub 2016 Jun 26. PMID: 27429983; PMCID: PMC4939213.
  6. Turker AU, Gurel E. Common mullein (Verbascum thapsus L.): recent advances in research. Phytother Res. 2005 Sep;19(9):733-9. doi: 10.1002/ptr.1653. PMID: 16222647.
  7. Extracted from the EFSA health claims application list, under evaluation (ID 2351).
  8. Extracted from the EFSA health claims application list, under evaluation (ID 4189).
  9. COMMISSION REGULATION (EU) No 432/2012 of 16 May 2012 establishing a list of permitted health claims made on foods, other than those referring to the reduction of disease risk and to children’s development and health.
  10. Extracted from the EFSA health claims application list, under evaluation (ID 2137).
  11. Harnett J, Oakes K, Carè J, Leach M, Brown D, Cramer H, Pinder TA, Steel A, Anheyer D. The effects of Sambucus nigra berry on acute respiratory viral infections: A rapid review of clinical studies. Adv Integr Med. 2020 Dec;7(4):240-246. doi: 10.1016/j.aimed.2020.08.001. Epub 2020 Aug 22. PMID: 32864330; PMCID: PMC7443157.
  12. Extracted from the EFSA health claims application list, under evaluation (ID 3950).
  13. Ross SM. Echinacea purpurea: A Proprietary Extract of Echinacea purpurea Is Shown to be Safe and Effective in the Prevention of the Common Cold. Holist Nurs Pract. 2016 Jan-Feb;30(1):54-7. doi: 10.1097/HNP.0000000000000130. PMID: 26633727.
  14. Sharma M, Anderson SA, Schoop R, Hudson JB. Induction of multiple pro-inflammatory cytokines by respiratory viruses and reversal by standardized Echinacea, a potent antiviral herbal extract. Antiviral Res. 2009 Aug;83(2):165-70. doi: 10.1016/j.antiviral.2009.04.009. Epub 2009 May 3. PMID: 19409931.
  15. Extracted from the EFSA health claims application list, under evaluation (ID 3751).
x

Vuoi 5 in regalo?