Livelli di minerali tossici

Questa tabella molto completa e precisa permette di conoscere tutti i metalli pesanti e gli effetti di ciascuno nel corpo. È particolarmente utile per interpretare i risultati delle analisi minerali dei capelli disponibili sul nostro sito.

Minerali tossici

Elementi

Risorse principali

Principali manifestazioni biologiche

Prevenzione

Contenuto nei capelli (ppm *)

 

Avvelenamento acuto

Carattere esclusivamente tossico

Cadmio

È dopo il piombo, il più comune inquinante metallico atmosferico: metallurgia, vernici, ceramiche, plastiche. Abbondante anche nel fumo di sigaretta

Gravi problemi digestivi, danni ai reni e al fegato

Pelle secca, dolori articolari, nevralgie, anoressia con perdita di peso

Apporti di calcio, rame, ferro, siero, zinco + Vit C e B6. Smettere di fumare. Controlli: aria ambiente + capelli

Fino a 1.0

Mercurio

Elettronica, agronomia (fungicidi), attività; minerario… Industria chimica, industria farmaceutica Alimenti contaminati (pesce)

Gravi problemi digestivi (grave dolore addominale, vomito), blocco dei reni e del fegato, stato comatoso

Irritabilità, prime, disturbi comportamentali, anemia, anoressia con perdita di peso, lesioni cutanee

Trattamento chelante se necessario + assunzione di siero + aminoacidi solforati. Precauzioni: termometri medici, batterie

Fino a 5.0

Guida

Inquinamento atmosferico, industria metallurgica, attività Pittura minerale, malattie e ceramiche, inquinamento di alimenti, bevande e cosmetici... Fumo di sigaretta

Febbre, disturbi epatici, problemi digestivi, disturbi nervosi

Disturbi comportamentali (agitazione, rabbia, ansia), vertigini, disturbi della memoria, cefalea, dolore addominale

Trattamento toracico se necessario + apporto di calcio, fosforo, cromo + Vit C, E e B6 Controlli: aria ambiente, capelli, sangue.

Fino a 10.0

Altri

Alcuni elementi tra cui l'utilità perché il corpo non è stato formalmente indicato deve ritenersi approvato. priori, come essenzialmente tossico. Questo è particolarmente vero per il berillio (elettronica, industria nucleare, chimica), il boro (chimica, agronomia) o anche il cesio (elettronica, chimica). In particolare, il berillio sarà oggetto di particolare vigilanza data la sua tossicità. uso comprovato e sempre più diffuso nell'industria moderna.

Carattere tossico pronunciato in caso di sovradosaggio (assunzione eccessiva)

Aluminium

Molto diffuso in natura e ampiamente utilizzato nell'industria moderna: attività estrazione mineraria, metallurgia, additivi alimentari, cosmetici, acqua minerale

Non comune: potremmo osservare alcuni casi di Encefalopatia fatale in soggetti con insufficienza renale (Al in acqua dialitica).

Disturbi comportamentali (aggressività, demenza, violenza), carie ossea

Precauzioni con utensili che non offrono garanzie & quot; cibo & quot; e con alcuni cosmetici (inibitori del sudore)

Fino a 50.0

Arsenico

Industria chimica, industria farmaceutica, attività agronomiche (prodotti fitosanitari)

Avvelenamento (accidentale o criminale) Disidratazione estremamente grave e rapida, a volte irreversibile.

Disturbi gastrointestinali, perdita di peso significativa, lesioni cutanee, polineurite.

Antidoto all'arsenico: dimercaprol

Fino a 10.0

Bario

Metallurgia, industria del vetro, industria chimica: catalizzatori, pigmenti; additivi del cibo

Pochi dei casi segnalati: febbre, problemi digestivi e respiratori sarebbero sintomi. prendere in considerazione.

Danni ai reni e ai polmoni.

Aerazione dei locali e aspirazione polveri. Controlli: aria ambiente, capelli.

Fino a 2.0

Stronzio

Industria farmaceutica, traccianti biologici Esami a raggi X

Pochissimi casi segnalati. Decalcificazioni ossee (elemento che può sostituire il calcio)

Disturbi del metabolismo del fosfo-calcio, disturbi nervosi

Rafforzare l'assunzione di calcio, fosforo e magnesio.

Fino a 2.0

Altri

In genere, tutti i metalli sotto forma di ossidi o sali sono tossici. Possiamo citare il cromo nella sua forma esavalente (Cr6+) che è ampiamente utilizzata; nei trattamenti superficiali, ferro (Fe2+ & Fe3+), costituente principale delle polveri atmosferiche, silicio sotto forma di alogenuri, o anche rame, nichel, vanadio e zinco, meno tossici, probabilmente molibdeno e manganese. Agli effetti tossici che spesso si manifestano con lesioni cutanee e disturbi digestivi e nervosi, si aggiungono gli effetti ad essa dovuti. la natura polverulenta o fibrosa dei composti, che sebbene chimicamente inerti, possono provocare il cancro delle vie respiratorie (es. amianto)

* 1 ppm = 1 µg (microgrammo). Soit : 0,000001 grammo

Vedi anche il livello di oligoelementi

Vedi anche il livelli di ormoni nel sangue

x

Vuoi 5 in regalo?