Zenzero Bio

Estratto biologico è titolato all’1,5% in gingeroli e shogaoli

Un trattamento efficace contro i disturbi digestivi

Zenzero Bio

INDICAZIONI PRINCIPALI:

Articolazioni (infiammazione), Chinetosi, Digestione, immune (anti-microbico).

18,00 €

Rif. JG70 In Stock

Indicazioni sulla salute ammesse dalle seguenti organizzazioni:

Indicazioni approvate dalla Commissione E: Dispepsia, prevenzione dei sintomi gastrointestinali della chinetosi.

Designazione

Il rizoma di zenzero (Zingiber officinale Roscoe) è utilizzato da migliaia di anni nella medicina ayurvedica per trattare dolori reumatici, raffreddori e disturbi digestivi.

Oggi è considerato particolarmente efficace contro i disturbi digestivi come la dispepsia (causa di dolore epigastrico): in quanto favorisce lo svuotamento gastrico, riduce il gonfiore e previene la nausea.

Grazie al contenuto in composti fenolici, lo zenzero vanta proprietà antiemetiche (che impediscono il vomito) e previene la chinetosi, detta anche malattia da movimento.

Il nostro estratto di rizoma di zenzero biologico è titolato all’1,5% in gingeroli e shogaoli, i principi attivi in esso contenuti, che ne garantiscono la massima efficacia.


Informazioni dettagliate

Origine e descrizione

Lo zenzero (Zingiber officinale Roscoe, appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae) è una pianta erbacea originaria delle regioni a clima tropicale di Asia, India e Cina, impiegata da migliaia di anni come spezia e nella medicina tradizionale cinese e ayurvedica. La parte utilizzata è il rizoma nodoso, tuberoso di colore giallo, dalla lunghezza compresa tra 5 e 10 cm, per 1,5 cm di larghezza.

Il nome della specie deriva del greco ziggiberis, a sua volta derivato dalla parola sanscrita shringavera, in riferimento alla forma del rizoma che ricorda le “corna di cervo” (1).

Storia

Lo zenzero è utilizzato da migliaia di anni come spezia e come rimedio per trattare disturbi gastrointestinali (vomito, nausea, dispepsia...), nonché altri dolori derivati dall’artrite o di tipo muscolare (2).

Molte di queste proprietà erano già note ai tempi dell’antichità. Nel I secolo, ad esempio, Dioscoride scrisse trattati su questa pianta, citandola nel suo testo “Storia Naturale” (3). In India è nota invece con il nome vishwabhesaj (“medicina universale”) ed è utilizzata nella medicina ayurvedica per trattare disturbi digestivi, dolori reumatici, raffreddori e influenza (4).

Composizione

Il rizoma di zenzero vanta un contenuto di oleoresina compreso tra il 4 e il 7,5%, all’interno del quale un ruolo fondamentale è rivestito dall’olio essenziale e dalle sostanze piccanti, ovvero i gingeroli e i shogaoli, composti fenolici nonché principi attivi dello zenzero (1).

Il nostro estratto

Nome dell’estratto: Estratto secco di rizoma de zenzero (prodotto da agricoltura biologica) titolato all’1,5% in gingeroli y shogaoli.

Nome scientifico: Zingiber officinale Roscoe

Parte utilizzata: Rizoma

Benefici

Il rizoma di zenzero è efficace nel trattare i sintomi della dispepsia funzionale, un disturbo della digestione che si manifesta solitamente con la presenza di dolore epigastrico dopo l’assunzione di cibo, sensazione di pienezza epigastrica, nausea e gonfiore. Inoltre è utilizzato per alleviare i sintomi della chinetosi (mal di viaggio) quali nausea e vomito, come antiemetico postchirurgico dopo interventi chirurgici minori, in quanto consente di impedire il vomito (5), e al fine di alleviare nausea e il vomito durante la gravidanza (sempre sotto controllo medico).

Posologia

Per problemi digestivi, ingerire 2 capsule al giorno, in due assunzioni. In caso di chinetosi assumere lo zenzero un’ora prima del viaggio.

Studi

L’EMA approva l’utilizzo tradizionale del rizoma di zenzero per alleviare i sintomi del mal di viaggio (vomito e nausea) e per il trattamento sintomatico dei disturbi spasmodici lievi del tratto gastrointestinale (6).

La chinetosi o mal di viaggio è un disturbo molto diffuso tra le persone che viaggiano in aereo, barca, treno o auto, che può manifestarsi con un’improvvisa sensazione di “mal di mare” e sudore freddo che può determinare nausea, vomito e vertigini (7).

Diversi studi sostengono l’azione benefica degli estratti di zenzero per alleviare i sintomi del mal di viaggio, in quanto i gingeroli e gli shogaoli vantano proprietà antiemetiche (1). Lo zenzero favorisce il tono gastrico e la motilità grazie all’effetto anticolinergico e antiserotoninergico (i neurotrasmettitori acetilcolina e serotonina sono implicati nel controllo del vomito e della nausea), che riduce la comparsa di nausea e vomito. Favorisce inoltre lo svuotamento gastrico, che, unitamente agli effetti precedentemente descritti, contribuisce ad alleviare i sintomi dei disturbi gastrointestinali (2).

Oltre ad alleviare la nausea e ad impedire il vomito, recentemente è stato osservato che l’estratto di zenzero è estremamente efficace nel trattamento della dispepsia funzionale.

In questo studio è stato dimostrato che lo zenzero, associato all’estratto di carciofo, migliorava, rispetto al placebo, i sintomi della dispepsia (8).

Infine, è stato riscontrato che diversi composti fitochimici dello zenzero contribuiscono ad alleviare i sintomi dell’artrite reumatoide, quali dolore e infiammazioni (9).

Bibliografia

1. Rombi and Robert (2006) 120 plantes médicinales: Composition, mode d’action et intérêt thérapeutique… de l’Ail à la Vigne rouge. Editions Alpen.

2. Lete and Allué (2016) The effectiveness of ginger in the prevention of nausea and vomiting during pregnancy and chemotherapy. Integr Med Insights 11: 11–17.

3. del Río Moreno and López (1992) El jengibre: historia de un monocultivo caribeño del siglo XVI. Revista Complutense de Historia de América 18: 63-87.

4. Bone and Mills (2013). Principles and practice of Phytotherapy. Second Edition, Elsevier.

5. Vanaclocha and Cañigueral (2003) Fitoterapia. Vademécum de prescripción. Elsevier.

6. EMA-HMPC (2011) Community herbal monograph on Zingiber officinale Roscoe, rhizoma. Ref. Doc. EMA/HMPC/749154/2010. Adopted: 27-9-2012.

7. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/spanish/motionsickness.html

8. Giacosa et al. (2015) The effect of ginger (Zingiber officinalis) and artichoke (Cynara cardunculus) extract supplementation on functional dyspepsia: a randomised, double-blind, and placebo-controlled clinical trial. Evid Based Complement Alternat Med 2015: 915087.

9. Al-Nahain et al. (2014) Zingiber officinale: A potential plant against rheumatoid arthritis. Arthritis 2014: 159089.

 

Composizione

COMPOSIZIONE:

Per 2 capsule: 500 mg di estratto secco di rizoma di zenzero* (*proveniente dall'agricoltura biologica) (Zingiber officinale Roscoe) titolato all'1,5% in gingeroli e shogaoli (ossia, 7.5 mg).

ALTRI INGREDIENTI:

Maltodestrina* (*proveniente dall'agricoltura biologica), Capsula vegetale: idrossipropilmetilcellulosa.

ALLERGENI:

Questo prodotto non contiene allergeni (secondo il Regolamento (UE) N. 1169/2011) né organismo geneticamente modificati.

PRODUZIONE E GARANZIA DI QUALITÀ:

Questo integratore alimentare è prodotto in laboratorio conformemente alle norme BPF. Le BPF sono le Buone Pratiche di fabbricazione in vigore nell'Industria Farmaceutica Europea (in inglese GMP: Good Manufacturing Practice).
La concentrazione di principio attivo è garantita da costanti analisi, consultabili on-line.

Utilizzo

CONSIGLI PER L'USO:

2 capsule al giorno da prendere con mezzo bicchiere d’acqua,suddivise in due assunzioni, una prima di ogni pasto.

PRECAUZIONI DI IMPIEGO:

Sconsigliato alle donne in gravidanza e durante l'allattamento. Non superare la dose giornaliera raccomandata.

AVVERTENZA:

Non sostituisce una dieta variata ed equilibrata ed uno stile di vita sano. Se si sta seguendo una terapia farmacologica, consultare il proprio terapeuta. Riservato agli adulti. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età.

ISTRUZIONI DI CONSERVAZIONE:

Da conservare in un luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce.

Le sue domande

e